Dopo Amsterdam, anche Bordeaux: entro un paio d’anni potrebbe arrivare il treno diretto da Londra

Da Londra a Bordeaux in meno di cinque ore e senza dover cambiare a Parigi: è quanto potrebbe essere possibile entro un paio d’anni, stando a quanto dichiarato da HS1 Ltd, proprietaria e gestore di High Speed 1, che sta portando avanti una nuova pianificazione delle rotte con altri tre operatori ferroviari internazionali.

Attualmente, infatti, raggiungere Bordeaux da Londra comporta l’obbligo di cambiare nella capitale francese, per un viaggio totale di circa 5 ore e mezza. Ancor più lunga la tratta di ritorno, a causa della necessità di passare attraverso i controlli di sicurezza e di frontiera.

Come ha spiegato Dyan Crowther, amministratore delegato di HS1 Ltd, “abbiamo visto, con la recente introduzione del servizio Eurostar London-Amsterdam, che c’è una reale domanda di servizi ferroviari internazionali per fornire un servizio confortevole e meglio connesso, specialmente per i viaggi di piacere”. Da qui la spinta per lanciare la sfida alle compagnie aeree low-cost, anche collaborando tra operatori.

“Questa è la prima volta che gli operatori ferroviari hanno collaborato in questo modo e consente anche un risparmio in termini di lavoro: il percorso è quasi pronto, ora si lavora affinché i governi britannico e francese concordino sui controlli alle frontiere”.

I treni ad alta velocità raggiungeranno punte fino a 200 miglia all’ora sul viaggio diretto proposto per Bordeaux, con il percorso previsto che scavalca completamente Parigi e utilizza una linea ferroviaria francese ad alta velocità recentemente completata, di 302 km, che collega Tours a Bordeaux.

I quattro operatori ferroviari lungo la rotta proposta – HS1, Lisea, Eurotunnel e SNCF Réseau – si sono incontrati il mese scorso per discutere dello sviluppo della stazione ferroviaria principale di Bordeaux per consentire le partenze internazionali, dei possibili slot di partenza e della cooperazione con le autorità.