Freddie Mercury, una targa ricordo nella sua casa a Feltham e altre curiosità sul leader dei Queen

Freddie_Mercury_blue_plaque_londonCampeggia sulle facciate delle case che furono residenza dei grandi personaggi della storia, l’arte, la cultura e la vita sociale londinese, da John Lennon a Oscar Wilde, da Dickens a Orwell: si tratta della targa – un disco rotondo di colore blu con scritta bianca – che ricorda i grandi personaggi che hanno vissuto a Londra proprio nelle case dove hanno vissuto.

Ed alla prestigiosa collezione da questo inizio settembre si è aggiunto un ulteriore pezzo pregiato, che porta il nome di Freddie Mercury: è stata, infatti, inaugurata lungo Gladstone Avenue – a Feltham, sobborgo di East London non lontano dall’aeroporto di Heathrow – la targa che ricorda dove Farrokh Bulsara, questo il nome di battesimo di Freddie, si stabilì nel 1964 con la famiglia dopo aver lasciato Zanzibar.

Garden_Lodge_London_Freddie_MercuryUna cerimonia applaudita da uno stuolo di fan, assiepati fuori dall’abitazione, a cui hanno presenziato Kashmira Cooke, sorella del leader dei Queen, e Brian May, storico chitarrista della band, che aveva conosciuto Freddie dando vita all’epopea dei Queen proprio quando questi abitava a Feltham.

In realtà, a Londra c’è un altro e ancor più celebre luogo cittadino legato alla memoria di Freddie Mercury, e si chiama Garden Lodge, la casa dove l’artista visse i suoi ultimi anni di vita e che, dopo la morte, è diventata meta di veri e propri pellegrinaggi dei fan. L’abitazione è al civico 1 di Logan Place: scendendo a Earl’s Court e proseguendo per Earl’s Court Road, la si trova sulla sinistra subito dopo West Cromwell Road. Il muro di cinta, che nasconde perfettamente la vista all’interno e che è interrotto solo da una porta d’ingresso, una volta era pieno di scritte di dedica e ricordo: ora è stato ripulito e un particolare mawe-will-rock-you-Freddie_mercury-dominion-theatreteriale impedisce ulteriori scritte.

Un ultima, curiosa storia lega Londra al mito di Freddie: per dodici lunghi anni, infatti, dal 2002 al 2014, una statua gigante di Freddie ha vegliato su Tottenham Court. Era, quella, l’emblema di We will rock you, musical di estremo successo in scena al Dominion Theatre. Dopo l’ultimo spettacolo, però, è stata rimossa e – al di là di varie supposizione – non si aveva idea di dove fosse. Mistero poi risolto, a quanto pare: la versione gigante di Freddie sarebbe nel giardino di casa di Roger Taylor, altro celeberrimo membro dei Queen.