#LondonCuriousity: strane notizie sulla seconda città non italiana più “italiana” del mondo

london_little_italyÈ in libreria da qualche settimana Londra Italia, ultima fatica del giornalista Enrico Franceschini – corrispondente da Londra per la Repubblica, già noto agli appassionati della capitale UK per il suo precedente Londra Babilonia – che ci regala qualche notizia curiosa ed interessante, filtrata oggi dall’edizione on line del Sole 24 Ore.

E scopriamo, ad esempio, che Londra è la seconda città del mondo in quanto a presenza italiana – la prima in Europa – seconda soltanto a Buenos Aires, che conta 290.000 italiani. Sul tema, poi, l’articolo del Sole 24 ore si lascia andare ad una notizia forse non del tutto corretta, definendo Londra “la quinta città italiana”: i 250.000 italiani che risiedono sulle rive del Tamigi sarebbero inferiori soltanto a Roma, Milano, Napoli e Torino. In realtà, stando a Wikipedia, in questa virtuale classifica Londra sarebbe al tredicesimo posto, poco lontana da Verona (260.000 abitanti) e dietro anche a Palermo, Genova, Bolgona, Firenze, Bari, Catania e Venezia.

La scalata, comunque, continua, perché secondo le stime ogni anno circa 2.000 persona lasciano il Bel Paese diretti sotto il Big Ben: di questi circa 300 sono infermieri, in un luogo dove peraltro già risiedono oltre 3.000 medici italiani.

Altre note curiose riguardano i posti tradizionali per gli italiani a Londra: come Little Italy, attorno a Clerkenwell Road – dove sorge la St peter’s Church, la più antica chiesa italiana a Londra, dove ogni domenica si celebra la messa in Italiano – nelle cui strade visse in esilio Giuseppe Mazzini: proprio in quella casa fu ricevuto Giuseppe Garibaldi, che fu ricevuto nella capitale da un accoglienza incredibile, con così tanta folla che impiegò quattro ore per arrivare al centro partendo da Victoria Station.