London’s Burning: gli “infuocati” appuntamenti del weekend londinese

Il weekend che è scattato ieri celebra il 350esimo anniversario del Great Fire of London, l’incendio che nel 1666 distrusse Londra e che è rimasto nella memoria storica della città. Tanto da esser ricordato con tutta una serie di eventi racchiusi sotto il titolo di London’s Burning e coordinati dallo stesso staff che ha inizio anno ha stupito Londra con Lumiere London: esibizioni, arte, installazioni, performances, camminate, letture e tanto altro.

London_1666Iniziamo con London 1666, una mega installazione in legno che riproduce lo skyline di Londra come era (o, almeno, come dagli studi si crede che fosse) all’immediata vigilia del Great Fire: la struttura è lunga 120 metri ed è stata realizzata dall’artista americano David Best: visitabile il 4 settembre, dalle 6 pm, sul tratto di Tamigi tra Blackfriars Bridge e Waterloo Bridge. Ingresso libero ma la struttura ha una capacità d’accoglienza limitata.

Dominoes, invece, è un gioco del domino riportato su grande scala: 26,000 mattoni saranno allineati nella City da oltre 600 volontari e, una volta lanciato il primo, cadranno appunto con effetto domino separandosi nei tre diversi percorsi che, nel 1666, il fuoco seguì nella sua furia distruttrice: sarà la più lunga opera del genere mai realizzata sinora, con i suoi 7 km di estensione. Qui potete scaricare la mappa dei percorsi, che saranno allestiti a partire dalle 3 pm: il via alla caduta con la spinta al primo blocco è prevista attorno alle 6:30 pm.

St_Paul_Fire_Tim_FarrellSino a stasera, il prato di fronte alla Tate Modern sarà trasformato in un Fire Garden, con installazioni di strutture ardenti e candele al suono della musica dal vivo. E proprio dall’altra parte del Millenium Bridge incredibile spettacolo che, sino a domenica sera, utilizza come base di proiezione la cupola di St. Paul, su cui le luci accenderanno delle fiamme altissime secondo il progetto di Tim Farrell.

Ulteriori appuntamenti, programmi e informazioni possono, poi, trovarsi sul sito ufficiale dell’evento.