#savefabric: una petizione per evitare la chiusura del noto club londinese

save-fabric-1Lo avevamo annunciato qualche settimana fa, spiegando come, a a seguito delle morti per overdose di due diciottenni avvenute rispettivamente il 25 giugno e il 6 agosto, al Fabric, uno dei club più noti e frequentati di Londra, era scattato il ritiro temporaneo della licenza.

Ma se il provvedimento dell’autorità ha per ora carattere provvisorio, il rischio di una chiusura definitiva è reale, con il club che il prossimo 6 settembre dovrà superare la revisione di licenza da parte dell’Islington Borough Council. Se qualcosa andasse storto e la licenza dovesse essere revocata (o sottoposta ad onerose condizioni/sanzioni) ai gestori non rimarrebbe che dichiarare chiusa l’attività.

Per scongiurare questi pericolo nasce la campagna “Save London’s nightlife. Stop the closure of fabric”, lanciata dal Fabric tramite il proprio sito internet per sensibilizzare l’opinione pubblica riguardo al pericolo concreto di una chiusura definitiva dei battenti.

La campagna passa da una petizione, ospitata da Change.org, da un hashtag dedicato – #savefabric – e da materiale promozionale scaricabile dal sito ufficiale ed è sostenuta da numerosi artisti, da Carl Craig a Kevin Saunderson e Modeselektor.