Sinuhe Pianella riconosce i familiari: è uscito dal coma il ragazzo italiano accoltellato a Londra ad aprile

Sembra quasi un miracolo, se si ripensa a quei giorni: secondo quanto riferito dalla Tribuna di Treviso, Sinuhe Pianella – 31enne aggredito a fine aprile con un cacciavite a Dulwich Park, a Londra, nel corso di un tentativo di rapina in pieno giorno mentre portava a spasso il suo cane – è uscito dal coma.

Sinuhe riconosce i familiari e riesce a pronunciare qualche parola d’inglese e d’italiano: la buona nuova è affidata alla voce di Jessica, la sorella, che ha assistito il ragazzo in questi mesi di ricovero al King’s College Hospital. «Da qualche giorno – le parole di Jessica a La Tribuna di Treviso – mio fratello s’è risvegliato dal coma. Riconosce tutti, reagisce agli stimoli e parla sia in italiano che in inglese. Nessuno, francamente, si sarebbe aspettato un simile miracolo. Sia chiaro, la riabilitazione sarà molto lunga, i tempi di recupero indefiniti, ma ogni giorno che passa ed ogni minimo progresso, sono accolti con gioia da tutti coloro che vogliono bene a Sinuhe. E sono tanti».

Anche se la strada della riabilitazione è ancora lunga, comunque un passo avanti quasi impensabile il giorno dell’aggressione. La famiglia ringrazia, perciò, tutti coloro che hanno voluto testimoniare la propria vicinanza a Sinuhe, oltre che il personale del King’s College Hospital, ed anzi invitano a sostenere la struttura che sta cercando di realizzare un progetto di un reparto di terapia intensiva all’avanguardia con 60 posti letto con vetrata rivolta verso il parco ed un giardino sul tetto con la possibilità di far uscire i pazienti.